Tempo di lettura 1 min

a cura di Fabio Ciarla

L’Università della California ha reso noto uno studio secondo il quale i vigneti sono più protetti – si ammalano meno e quindi i viticoltori hanno bisogno di ricorrere più raramente a pesticidi – quando sono circondati da habitat seminaturali, con boschi o macchia a fare da cornice alle viti. La ricerca, focalizzata sulla tignoletta, ha preso in considerazione 400 vigneti spagnoli notando come le epidemie di parassiti siano quattro volte superiori nei paesaggi semplificati. La monocoltura, insomma, non è funzionale, mentre la biodiversità assicura vantaggi.

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento