Il Coordinamento Sud e Isole della Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori ha organizzato un ciclo di webinar dedicato alla viticoltura meridionale. Un modo di rimanere in contatto con i soci, ribadendo il grande valore enologico e la grande...
Nel 2022 la nostra Federazione spegnerà 50 candeline. Per l'occasione il Consiglio nazionale ha lanciato un bando per la realizzazione di un logo celebrativo. Il Concorso è rivolto a tutti gli Associati in regola con la tessera annuale. Per conoscere le modalità...
Ne sentiremo parlare presto. Il vino messicano, prodotto nell’incantevole paese bagnato dal Pacifico e dai Caraibi e ricco di vestigia di civiltà antiche, sta sempre di più attirando l’attenzione.
Davvero encomiabile la volontà del Consorzio del Brunello di Montalcino di proseguire nell’avventura di Benvenuto Brunello, nonostante le problematiche legate alla situazione pandemica che ci attanaglia. Il voler proseguire nella programmazione dell’evento, da una parte comunica la volontà di...
C’è stato un tempo in cui nell’immaginario collettivo parlare di “vini del Nuovo mondo” voleva dire riferirsi a calici un po’ piacioni, sontuosi, dalle marcate note di legno.
Nell’ottica di una maggiore armonizzazione con le norme dell’Unione Europea, la classificazione territoriale dei vini tedeschi presto subirà cambiamenti.
Il Comité Champagne ha messo a punto un corso di formazione da seguire online, in forma gratuita e in 8 lingue diverse.
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei relativi decreti (n. 20086 e n. 20073), d’ora in poi sulle etichette di Vino Nobile di Montepulciano Docg e Rosso di Montepulciano DOC verrà inserita anche la scritta “Toscana”.
I 9 nuovi vitigni approvati per la coltivazione in Emilia Romagna promettono di rendere il vigneto più sostenibile, essendo naturalmente resistenti a peronospora e oidio.
La botrite è un patogeno fungino che attacca la vite, ma anche altre colture, causando ingenti danni in particolare nel post-raccolta, per lo più sui passiti.
Vigneto mondiale stabile, produzione in calo, fermo anche il consumo e si prevede un anno difficile per le conseguenze dell’emergenza sanitaria da Covid-19.
Bere un vino esclusivo ed emozionante è come navigare in un oceano blu: c’è una miriade di pesci, di ogni forma e colore… Ma a un tratto ecco una sirena: il suo fascino è unico e irresistibile, non si confonde con le altre creature anfibie.
“Veneziano” è il suffisso che si porta dietro nell’elenco della IBA (International Bartenders Association), mitteleuropee sono invece – forse – le origini di quello che è il progenitore dell’aperitivo più di moda oggi in Italia e nel resto del mondo.
Il vino a San Colombano al Lambro c’è da sempre, dai tempi dei romani, e da quando il santo irlandese San Colombano (540-615) scese in Italia e insegnò la tecnica di coltivazione delle viti agli abitanti dei colli.
Cambia il clima: cambiano i vini? È quello che sta accadendo in Valpolicella, dove recenti modifiche del disciplinare, già in vigore, sono state dettate anche dalla necessità di adeguarsi ai tempi che cambiano.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi