Tempo di lettura 1 min

Fabio Ciarla

È una storia lunga trenta anni quella dell’Enoteca “La Nicchia” di Osoppo, la famiglia Comino inizia la propria attività nei primi anni ‘90 del secolo scorso nella distribuzione di bevande, impresa ancora solidamente operativa, e si ritrova, allo scoccare del nuovo millennio, nel pieno del boom di appassionati del vino. Le richieste sono sempre di più, partono allora i corsi e gli approfondimenti, la FISAR diventa di casa e il locale di via Matteotti si trasforma in un punto di riferimento per ristoratori, albergatori e tanti amanti nel buon bere che qui trovano oltre 2500 etichette tra le quali scegliere il proprio vino. Un successo che ha portato anche all’apertura di un secondo punto vendita a Tolmezzo, ad uno shop online con distribuzione in tutta Italia e a corsi di formazione ad ampio spettro. L’enoteca La Nicchia di Osoppo è oggi anche la sede ufficiale della Delegazione Fisar di Udine.

Un’attività che ha saputo adattarsi e crescere dunque, come forse servirà fare anche oggi?
Certo – ci dice sicura Sandra Romano che gestisce l’attività insieme al marito Fabrizio Comino – siamo stati bravi a specializzarci velocemente, ad approfondire la passione per il vino e a dare qualità e servizio, sempre. Sono i cardini della nostra filosofia. A tale proposito, ad esempio, per noi è stata una fortuna non aver mai abbandonato il servizio a domicilio, fatto con i nostri addetti che, in questi mesi di stop, è stato fondamentale.

Questo contenuto è riservato agli Associati

Esegui il login per continuare la lettura!

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento