Tempo di lettura 2 min

di Alice Lupi – Fotografie Jimmy Pessina

“Sapere, fare. Saper fare. Far sapere”.

Adrien Hébrard, direttore del giornale Le Temps -durante il periodo la Terza Repubblica francese, negli anni tumultuosi dell’Affaire Dreyfus- aveva posto sulla porta del suo ufficio, un cartello con questa frase. Sembra che egli volesse far intendere che i due paradigmi, sapere e fare, possano, sì, viaggiare paralleli ma anche trovare un punto di fusione nella comunicazione e nella divulgazione delle informazioni al pubblico, adottando stili e modi di comunicare plurimi.

Questa frase interpreta appieno lo scopo e lo spirito del Premio alla Comunicazione targato Fisar. Un riconoscimento rivolto ai narratori delle eccellenze agroalimentari italiane.

Il Sommelier Magazine A Bruno Gambacorta via il Premio FISAR alla Comunicazione 2019

Quest’anno, in occasione del Vinitaly, il Premio, alla Sua quarta edizione, è stato consegnato, dalla Giunta Esecutiva della FISAR, al giornalista RAI Bruno Gambacorta presso l’area del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo con la seguente motivazione: “per la costante e generosa opera di divulgazione delle eccellenze enologiche e gastronomiche italiane”.

Classe 1958, giornalista, laureato in medicina, Bruno Gambacorta è ideatore e conduttore della longeva rubrica televisiva Eat Parade dedicata all’enogastronomia che conduce brillantemente da 21 anni: “Io mi diverto a fare questo lavoro. Finché ci sono cose da raccontare Eat Parade va avanti”.

Un lavoro basato sulle interviste a personaggi che dedicano la loro attività all’agricoltura, all’agroalimentare nostrano. Un patrimonio di testimonianze che traccia un Paese, da Nord a Sud, variegato e articolato in storie, tradizioni e unicità. Un prodotto giornalistico, quello della rubrica Eat Parade, che molto spesso è fortemente antropologico e molto seguito, confermato da uno share che lo attesta tra le trasmissioni televisive più amate dal pubblico del piccolo schermo.

Il Sommelier Magazine A Bruno Gambacorta via il Premio FISAR alla Comunicazione 2019

La rubrica, in onda il venerdì alle ore 13.30 subito dopo il TG2, racconta il bere bene e il mangiar sano: “Stiamo riscoprendo negli ultimi anni l’aspetto di una corretta nutrizione – afferma Bruno Gambacorta – dare spazio alle novità tecnologiche che spesso aiutano a riscoprire produzione antiche che altrimenti andrebbero perse”.

La voce di Gambacorta da venti anni offre ai telespettatori uno spaccato sociale della campagna, senza dimenticare il commercio, le innovazioni e, non ultimo, l’editoria dedicata ai prodotti agroalimentari.

Eat Parade propone settimanalmente una sorta di selezione delle eccellenze dei prodotti italiani, lanciando un messaggio eloquente: ciò che la natura produce l’uomo sapientemente trasforma.

In questo gioco di dualità e fusioni nasce e si replica il “Saper fare” che trova la sua ulteriore espressione nell’attività giornalistica e dei comunicatori.

Victor Hugo affermava che “le parole sono essere viventi” e in quanto tali necessitano di attenzioni e assistenza. Vien da sé che la comunicazione viva attraverso coloro che si prendono cura di raccontare e divulgare ciò che diviene poi “Far sapere”.

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento