Tempo di lettura 2 min

A cura di Nicola Masiello

 

E’ stata la citta di Siena ad ospitare l’edizione 2018 della Festa Nazionale del Cuoco, una due giorni promossa dalla Federazione Italiana Cuochi che ogni anno assegna ad una Associazione Regioale e  Provinciale l’organizzazione della manifestazione che cade sempre nel mese di Ottobre in occasione della ricorrenza di San Francesco  Caracciolo patrono dei cuochi Italiani.        

 

Il Sommelier Magazine Festa Nazionale del cuoco 2018 con la FISAR presente                                                                          

L’unione Regionale Cuochi Toscani e l’Associazione Cuochi Senesi si sono fatte carico dell’organizzazione di questa giornata, programmando tutta una serie di eventi che prevedevano vari momenti di approfondimento: da quelli di ordine medico svoltosi in collaborazione con nutrizionisti, docenti universitari, oncologi, a quelli con rappresentanti delle autorità cittadine, giornalisti ed opinion leader del settore alimentare. Durante il dibattito non sono mancati spunti interessanti riferiti alla corretta alimentazione come prevenzione a tutta una serie di patologie ad essa legate, dall’obesità all’ipertensione arteriosa, alla cattiva gestione del carico proteico ecc. E’ stato il Presidente Nazionale della Fic Rocco Pozzullo ad introdurre la seconda fase del dibattito inerente gli attuali stili di vita, le diete, ma soprattutto il nuovo modo di cucinare con il contributo dato dall’innovazione tecnologica che anche in cucina riveste un ruolo importante per quanto riguarda i risultati su tempi di cottura ridotti, sull’ uso moderato dei grassi, sulla valenza dei prodotti tipici e stagionali. Tutto questo non poteva  fermarsi  al solo” parlato” e così la serata di Gala tenutasi presso il Ristorante “Gli Ulivi” è stato il banco di prova  del dibattito, ed è stata l’Equipe alta cucina Toscana  , capitanata da Fabio Bianconi, a proporci    un menù della tradizione rivisitato  in chiave moderna, nel rispetto della filiera corta e della stagionalità e che i colleghi provenienti da ogni parte d’Italia hanno apprezzato in modo particolare.

Domenica 14 Ottobre, sin dalla mattinata, le berrette bianche hanno invaso il centro di Siena per raggiungere il Duomo e partecipare alla santa messa celebrata dal cappellano della Fic. E’ seguita la sfilata per le vie cittadine fino a raggiungere Piazza del Campo, emblema della città e del suo palio. Nel pomeriggio è stato il percorso gastronomico a tenere banco presso Piazza del Mercato, nella struttura del  “Tartarugone” tradizionalmente  adibita a mercato cittadino ; qui  le   delegazioni regionali e provinciali della Fic hanno dato vita ad una kermesse di grande valore presentando ognuna una specialità del proprio territorio  in una sorta di giro gastronomico d’Italia abbinati ai vini soprattutto del comprensorio Toscano.

E’ stata una folla curiosa che si è avvicinata ai banchi di somministrazione chiedendo informazioni sui piatti e sui vini, ma soprattutto vogliosa di assaggiare in un sol giorno tante preparazioni culinarie.  In definitiva una” ghiotta” maratona enogastronomica che ha visto in due giorni la partecipazione di oltre 1000 persone avvicendarsi sui palcoscenici della città con il fine unico che lega la festa alla solidarietà. Infatti la finalità dell’evento, per” statuto”, è quello solidale e sociale ed il ricavato dell’evento deve essere devoluto in beneficienza.

La Fisar in tutto questo è intervenuta come unico  partner di sommellerie, curando tutta la parte di abbinamento e servizio del vino sia nella serata di gala che nei servizi successivi , dimostrando capacità, competenza  , professionalità e meritevole di plauso da parte di tutti i commensali e dei partener vitivinicoli  e alimentari intervenuti.  I Sommelier FISAR  hanno prestato il loro servizio in modo gratuito, con lo spirito di collaborazione e sensibilità verso il sociale, quale atto finale di tutto l’evento e sono intervenuti in rappresentanza delle delegazioni di Valdichiana, Siena Valdelsa e Firenze.

La cerimonia ufficiale per la  consegna  del contributo si è tenuta presso la sede Sociale dell’Associazione Cuochi Senesi, alla presenza del Presidente Giuseppe Ferraro,  del Responsabile  del Dipartimento Sociale Emergenze (DSE) della Fic, dei responsabili food e wine dell’evento Sabrina Fattorini e Masiello Nicola, degli chef dell’Associazione, dei corrispondenti dei media locali, dei rappresentanti Fisar di Siena Valdelsa e Valdichiana; il contributo è andato all’AIL- Associazione Italiana contro le leucemie linfomi e mieloma- sezione di Siena ed è stato consegnato nelle mani del suo  Presidente Luciana Mignarri e al DSE Fic , consegnato al Responsabile Nazionale Gian Carlo Gliceri. Entrambi hanno espresso gratitudine ed apprezzamento per il contributo ricevuto e per l’impegno di Fic e Fisar nell’organizzare e portare a termini questa bella manifestazione.

L’appuntamento per il 2019  è  fissato ad Ottobre a Matera  unitamente ai festeggiamenti quale “Città della cultura 2019”

 

Il Sommelier Magazine Festa Nazionale del cuoco 2018 con la FISAR presente

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento