Tempo di lettura 1 min

Il Sommelier Magazine QUESTIONE DI FEELING... LE COLLINE DEL PROSECCO DI CONEGLIANO E VALDOBBIADENE

Marco Barbetti

Data la sua verve fresca e frizzante, il suo piglio leggero e semplice e la possibilità di trovarlo dalla versione Extrabrut a quella Demisec, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco è sicuramente un valido alleato nel campo degli abbinamenti.

Essendo convinto che il vino, se non l’abbini godi solo a metà, vi suggerisco qualche accoppiata. Grazie alla fama mondiale acquisita è facilmente reperibile in qualsiasi paese, dunque, proverò a suggerire abbinamenti meno scontati:

Crocchette fritte di baccalà mantecato (palline ottenute da baccalà mantecato, uova, prezzemolo aglio e pangrattato, impastellate e fritte in olio di arachidi) – ExtraBrut

Ceviche di Orata con Uva e Wasabi (filetti di orata coperti da una marinata di succo d’uva e Wasabi, insaporiti da fleur de sel e macinata di pepe venere) – Brut

Pokè Hawaiano (riso bollito accompagnato da trancetti di tonno crudo, fettine di avocado, cetriolo a rondelle, insaporito da semi di sesamo, zenzero fresco e salsa di soia) – Extra Dry

Torta al Prosecco e limone (torta classica alla vaniglia con Prosecco e scorza di limone grattugiata nell’impasto, coperta a fine cottura da uno sciroppo di zucchero e moscato) – Dry

 

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento