Tempo di lettura 2 min

Marco Barbetti

La ricerca dell’abbinamento perfetto, capace di esaltare il sapore di un piatto annullando l’assuefazione gustativa, è forse il compito più arduo ma stimolante per ogni sommelier. Nella scelta del vino le variabili da considerare sono molteplici e spesso la preparazione della pietanza è diversa da come la si era immaginata, rendendo di fatto meno efficace l’accostamento. L’olio, che innalza la percezione degli aromi e l’untuosità, le spezie, che aumentano le sensazioni tattili e la complessità olfattiva, la cottura, che può influire sulla consistenza; sono aspetti difficilmente valutabili, che hanno come possibile conseguenza quella di sbilanciare l’equilibrio nell’interazione tra le componenti di cibo e vino. Tuttavia, se si riuscisse ad influenzare il degustatore amplificando la percezione di alcuni caratteri del vino, si potrebbe cercare di ripristinare l’equilibrio tendendo dunque all’abbinamento ideale.

Un valido strumento con il quale tentare di perseguire questa insolita teoria (cfr box) si può trovare … nella musica. Il binomio vino-musica non è certo una nuova scoperta, visto che da sempre è stato oggetto di tradizioni agresti, letteratura ed opere liriche. In alcune civiltà precristiane, nella società greca e in alcuni riti romani, flauti, cetre e arpe accompagnavano e favorivano il consumo del vino. Nella mitologia greca si narra di Orfeo, abilissimo suonatore di lira, fu ucciso dalle baccanti perché adorava il dio Sole più di Dioniso. Nei componimenti lirici i riferimenti al vino sono innumerevoli, basti pensare al Don Giovanni di Mozart, la Traviata di Verdi, la Cavalleria Rusticana di Mascagni o Il barbiere di Siviglia di Rossini. Ancora oggi il vino è protagonista in molte canzoni di autori come Rolling Stones, Gaber oppure Ligabue. Il vino e la musica sono di fatto, in forme diverse, due elementi psicotropi, ossia capaci di alterare lo stato psico-fisco di un soggetto.

Per vedere l’articolo completo : Leggilo qui

Questo contenuto è riservato agli Associati

Esegui il login per continuare la lettura!

 

 

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento