Tempo di lettura 2 min

Mariella Dubbini

Il cordone ombelicale che ci lega indissolubilmente al vino, e quindi a chi lo genera, non poteva che ispirarci nuove azioni sinergiche per il raggiungimento della meta comune: il racconto e la divulgazione della cultura enologica; per farla vivere nel presente guardando al futuro e al mondo con gli occhi della fiducia.

Nasce così il progetto con l’Associazione Movimento Turismo del Vino della Toscana, culla del Movimento e cuore propulsore di Cantine Aperte nonché luogo di nascita della FISAR: «Siamo molto soddisfatti di questo accordo. – afferma con entusiasmo il Presidente Nazionale Luigi Terzago – FISAR guarda al futuro ponendo in essere nuove sinergie per contribuire alla soluzione positiva delle gravi problematiche, scaturite da questo difficile periodo di distanziamento sociale, che colpiscono i protagonisti del mondo che ci accomuna: produttori, ristoratori, albergatori e tanti altri attori della filiera. Il progetto di collaborazione con MTV è fondamentale soprattutto per una ripartenza adeguata».

Emanuela Tamburini, Presidente MTV Toscana, suggella l’accordo con altrettanta  passione: «Due mondi che negli ultimi anni si sono dati forza a vicenda, quello produttivo e quello dei
sommelier, che noi vogliamo ancor più unire con questa iniziativa che nasce in un momento significativo quale quello del blocco da Coronavirus; siamo dunque pronti insieme ai sommelier Fisar a ripartire appena tutto sarà finito offrendo la nostra professionalità e conoscenza».

La grande drammaticità del periodo vissuto ha portato in dote la solidarietà e la consapevolezza di poter essere più forti di prima: «In questi tempi difficilichiosa Maria Paola Sorrentino Presidente MTV Campaniale forme di associazionismo devono per forza vincere. La vicinanza a noi produttori di vino e a tutti i soggetti della filiera agroalimentare è necessaria specie quando il turismo del vino si candida ad essere il turismo della ripartenza o di prossimità. […] Proprio in questa chiave, si è resa necessaria e lungimirante una collaborazione tra l’Associazione che rappresento e l’Associazione nazionale FISAR. […] Le visite in vigna ed in cantina sono solo l’inizio di una lunga collaborazione nella direzione verso la normalità».

Quali sono gli elementi salienti dell’accordo? Le cantine aderenti metteranno a disposizione delle Delegazioni e di tutti gli Associati wine tour, visite didattiche, degustazioni esclusive e acquisti di vino a condizioni agevolate; in cambio la FISAR darà risalto e visibilità al Movimento e alle cantine attraverso la nuova piattaforma web georeferenziata, gli spazi pubblicitari sull’inserto digitale #InFamiglia e la comunicazione del progetto agli Associati e alle Delegazioni.

Il Sommelier Magazine VISITE IN CANTINA: IL NUOVO PROGETTO DIDATTICO UNISCE FISAR E MOVIMENTO TURISMO DEL VINO

Questo contenuto è riservato agli Associati

Esegui il login per continuare la lettura!

Entra in contatto!

Entra nella Community de Il Sommelier!

Incontra tanti winelover come te e condividi con noi la tua passione per il mondo del vino

Commenti

Ancora nessun commento