Fisar Prato tra attestati e solidarietà

0
196
Tempo di lettura 2 min

Notizia inviata dalla Delegazione FISAR Prato

Il 14 luglio, la splendida cornice di Villa La Costaglia a Quarrata, ha ospitato il Convivio d’Estate della Delegazione.

Alla presenza della Delegata Monalda Cerfeda, del Consiglio di delegazione e del Responsabile di zona Giampaolo Zuliani, sono stati consegnati gli attestati di primo livello di Il Sommelier Magazine Fisar Prato tra attestati e solidarietà quattro corsi svolti tra il 2019 ed il 2021.

La pazienza e l’impegno dei corsisti e dei loro direttori Virgina Fossi, Simona Orlandi, Raffaele Castaldi, Fabrizio Fabbri e Simone Collini, sono stati finalmente premiati.

Non è stato facile portare a termine questo percorso fatto di numerose interruzioni e lezioni a distanza ma, grazie al sostegno della Delegazione e di tutti i docenti Fisar, è stato fatto comunque un ottimo lavoro e la preparazione dei ragazzi è risultata superiore alle aspettative.

Durante la cena, sono stati serviti vini del territorio, Chardonnay 2019 Tenuta di Capezzana, Sancti Blasii 2015 Colline San Biagio e Vin Santo Chianti Doc Fattoria Marini dai Sommelier della delegazione: Francesco Capaccioli, Tiziano Capacci, Daniele Menchetti e Isabella Hu.

A settembre partiranno due nuovi corsi di primo livello e a Ottobre, i ragazzi che hanno preso l’attestato di primo, si cimenteranno nel secondo livello.

Entro la fine dell’anno terminerà anche il corso di terzo livello di Elena Priami, più volteIl Sommelier Magazine Fisar Prato tra attestati e solidarietà interrotto a causa del Covid ed i corsisti coroneranno finalmente il sogno di diventare Sommelier.

A proposito di sogni, durante la serata, la Delegata Monalda Cerfeda ha colto l’occasione per ringraziare tutti coloro, Soci ed amici Fisar, che hanno sostenuto l’Associazione il Sogno nel progetto di costruzione di una nuova scuola in Kenya.

L’idea è nata in pieno lockdown a dicembre 2020, quando la Delegazione, inattiva con i corsi ma in fase di produzione dei vini della sua vigna didattica Cru Candeglia, ha pensato di produrre un vino aromatizzato a base trebbiano e di regalarlo ai corsisti in cambio di una offerta all’Associazione il Sogno che da anni realizza in Kenya progetti a sostegno delle comunità più bisognose.

Nasce così l’Alchemico, il vino aromatizzato “solidale” che, grazie al contributo di soci ed amici Fisar Prato, ha permesso la realizzazione di un’ aula nella nuova scuola di khadija in Kenya.

L’iniziativa ha avuto talmente tanto successo tra i Soci Fisar, che la Delegazione pensa di ripeterla anche il prossimo Natale producendo un altro vino “solidale”.

Il Sommelier Magazine Fisar Prato tra attestati e solidarietà L’altro vino della Delegazione a base di sangiovese, è stato regalato ai Soci durante il Convivio e porta l’etichetta disegnata dalla corsista Giulia Risaliti, vincitrice del concorso “disegna l’etichetta del vino rosso Fisar Prato”.

Il progetto di vigna didattica Cru Candeglia, nato dalla volontà della Delegazione di mettere a disposizione dei corsisti uno strumento di studio alternativo, che consenta loro di sperimentare tutte le fasi della produzione di un vino, sta continuando a dare grandi soddisfazioni oltre ad essere sempre di più un luogo di aggregazione oltre che di studio.

Con queste premesse, la Delegazione si augura un 2021/2022 ricco di attività per i Soci e di successi per i corsisti.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Accetto la Privacy Policy